ConTatto è un’associazione di volontariato nata con l’obiettivo di creare un sistema di welfare sulla disabilità sensoriale favorendo la collaborazione e la progettazione partecipata tra le realtà che a vario titolo operano in questo settore.

Il direttivo è composto da giovani con disabilità sensoriale mentre i volontari sono giovani – con disabilità sensoriali e non ma esperti in quest’ambito – che hanno deciso di impegnarsi in prima persona nella costruzione di una rete e di un dialogo anche con le istituzioni e di progetti che possano rispondere in modo mirato ai bisogni e alle necessità di questa fascia di popolazione e delle loro famiglie.

Abbiamo deciso di identificarci con questo nome perché riteniamo che possa avere più significati, tutti rappresentativi di ciò che vogliamo essere e fare:

  • La parola Tatto rimanda ad uno dei cinque sensi e quindi si sposa bene con la mission dell’associazione che vuole dedicarsi alle disabilità sensoriali
  • Le parole Con e Tatto indicano la modalità con cui vogliamo lavorare, avvicinandoci alle situazioni con delicatezza e mai con prepotenza, sostenendo e supportando le persone con disabilità sensoriale e le loro famiglie attraverso una vicinanza discreta e mai imposta ma sempre co-progettata con i diretti interessati
  • La parola Contatto indica la nostra volontà di avvicinare, di far comunicare, di sognare un welfare partecipato sulle disabilità sensoriali così come già esiste a Torino sulle disabilità motorie e intellettive
  • Cercavamo un nome che finisse con To e che, in questo senso, potesse richiamare Torino, la città in cui nasciamo e nella quale s’incardina il nostro lavoro nel sociale

ConTatto fa parte della rete di organizzazioni aderenti al Progetto Prisma – per le Relazioni di Aiuto.